Blog

Daniela Zanellato: «Incentivi statali di complessa gestione, attenzione a chi ci si affida»

Mai come ora riqualificare gli infissi è l’opportunità di dare valore all’immobile accedendo anche a benefici fiscali, come racconta la titolare della Open serramenti di Istrana (Treviso)

Investire nella riqualificazione edilizia a partire dai serramenti è una scelta vincente «in assoluto e tanto più in questo momento in cui si può accedere agli incentivi straordinari previsti dal Governo nel Decreto Rilancio» spiega Daniela Zanellato, imprenditrice cinquantenne che ha fondato nel 1994 la Open Serramenti, azienda di Istrana (Treviso).

Quali sono i benefici di avere serramenti di qualità?

«Molto concretamente: si rinnova e quindi si dà maggiore valore alla propria abitazione, il comfort abitativo è essenziale, tanto quanto la maggiore sicurezza contro eventuali effrazioni che se ne ottiene. Inoltre il beneficio riguarda anche la bolletta: buoni serramenti, e soprattutto ben installati, possono produrre un risparmio energetico anche cinque volte superiore».

In che modo è quantificabile?

«Le faccio un esempio: la maggior parte delle case italiane ha un fabbisogno di 5 litri di gasolio per riscaldare un metro quadro di superficie. Noi ci occupiamo di case che arrivano a ridurre il consumo a un solo litro di gasolio per metro quadro all’anno. Si capisce che l’impatto in bolletta è significativo. Senza contare quanto sia importante ridurre il consumo di energie impattanti per il nostro ambiente».

Perché oggi più che mai è conveniente investire nella sostituzione degli infissi?

«Ora è il momento giusto per via dei bonus previsti: l’ecobonus che prevede una detrazione del 50%, e il superbonus ovvero la possibilità che lo Stato compensi addirittura il 110% dell’investimento nel caso di una ristrutturazione “pesante”. La vera novità che riguarda entrambi gli incentivi, è la possibilità di cedere il credito di imposta a un ente terzo o all’azienda fornitrice, e avere una immediata restituzione del denaro a copertura dell’investimento. Questo però è un aspetto molto complesso e mai come ora è necessario avere molta esperienza per capire come muoversi».

Quali sono secondo lei gli aspetti da valutare?

«È importante rivolgersi a fornitori che siano in grado di gestire queste pratiche e soprattutto prestare attenzione a chi ci si rivolge, per evitare il rischio di affidarsi ad aziende che dopo aver raccolto tanti crediti potrebbero non esistere più. La nostra scelta è stata lavorare assieme a una Esco con cui abbiamo studiato un processo collaudato e sicuro. Sono pratiche complesse da gestire, ma la consulenza finanziaria anche in questo ambito deve essere uno degli elementi del servizio, tanto quanto la qualità del prodotto».

Come scegliere a chi affidarsi?

«I serramenti sono prodotti che devono durare venti anche trent’anni. Ci sono tanti buoni serramenti, la vera discriminante è affidarsi ad un’azienda consolidata e presente nel territorio da anni. Per questo sproniamo i clienti a cercare quegli elementi che testimonino che quell’azienda da cui stanno acquistando esisterà ancora fra 20 o 30 anni, che sarà ancora sul mercato e che potrà rispondere a qualsiasi richiesta di garanzia o intervento. Per fare questo non serve una visura camerale, ci sono elementi che possono guidare il cliente e che spesso noi di Open sottolineiamo».

Ad esempio?

«Anzitutto capire qual è la procedura che mi viene proposta. Capire tutti i passaggi, come funziona la fornitura, il cliente deve sapere chi dell’azienda incontrerà nelle varie fasi, dallo showroom al cantiere. Poi la chiarezza del preventivo, che deve essere dettagliato e ben comprensibile. La precisione e soprattutto i tempi previsti. Infine un buon indicatore è capire la disponibilità del fornitore a venire in cantiere, prima per consigliare il cliente e poi per collaborare con tutti gli altri attori del progetto (progettista, impresa edile, impiantisti…). Quando consegno un preventivo, sono io fornitore che mi sto assumendo degli impegni che devo rispettare. È una questione di reputazione e di rispettabilità».

In che modo si crea la reputazione?

«Verificando la qualità del lavoro e del servizio dall’inizio alla fine e oltre. A tre anni dalla consegna lavoro noi ci assumiamo l’onere di andare a fare quello che per le auto si definisce il “primo tagliando”. Andiamo dal cliente, verifichiamo lo stato di conservazione dei serramenti e che tutto sia come previsto, facciamo le piccole eventuali registrazioni e manutenzioni di routine. Ci interessa verificare la qualità e la corrispondenza fra quanto promettiamo al momento della vendita e quanto si verifica a distanza di tempo. Motivo per cui è fondamentale non solo la qualità del prodotto ma anche la qualità della posa in opera, che va certificata».

In che senso?

«I rischi di un’installazione non precisa o non perfetta sono muffe, rumori, spifferi, cattivo funzionamento, persino l’integrità del prodotto».

E in che modo si certifica la posa in opera?

«Ci sono diversi livelli, ci sono certificazioni che prevedono la sola formazione in aula. Noi ci siamo rivolti a un ente certificatore tedesco l’istituto IFT di Rosenheim con cui abbiamo elaborato delle precise linee guida di installazione adattate al nostro territorio e a ciascuna situazione. Con cadenza periodica questo istituto viene a trovarci e fa dei sopralluoghi di verifica, sia in cantieri già chiusi, sia per i progetti ancora in fase di studio o di posa. Questo passaggio è decisivo, significa che non solo noi come installatori e fornitori, ma anche questo istituto si rende garante della corretta posa in opera a beneficio del cliente».

Più che vendere un prodotto voi vendete una consulenza…

«In un certo senso sì. L’obiettivo che ci prefiggiamo è che chiunque si rivolga a noi uscendo dal negozio abbia un bagaglio di conoscenze scientifiche e tecniche in più e che il momento di un acquisto così importante sia una bella esperienza, a prescindere da dove poi acquisterà realmente i serramenti o la porta o la tenda sole. Ciò a cui tengo di più è accontentare chi ho davanti perché è la mia maggiore soddisfazione. Per me è sempre stata una missione al di là del risultato economico».

Read more

Open serramenti, un’innovazione lunga 26 anni

Daniela Zanellato ha fondato l’azienda nel 1994 a Istrana (Treviso) rivoluzionando il modo di intendere la vendita di infissi, diventando non solo rivenditori ma soprattutto consulenti tecnici e fiscali

Quando nel 1994 fondò l’azienda Open a Istrana (provincia di Treviso), Daniela Zanellato aveva solo 24 anni e una idea ben chiara su come rivoluzionare un settore come quello della fornitura di serramenti: «Ciò che ora sembra scontato allora era qualcosa di innovativo. Dovevamo occuparci del servizio, banalmente avere uno showroom – racconta Daniela Zanellato – Perciò non abbiamo pensato neanche un momento a costruire il prodotto, focalizzandoci invece sulla scelta del fornitore e soprattutto su tutto ciò che segue la fornitura, ovvero la cura della posa in opera e il servizio post vendita».

Nacque così la Open srl, azienda che nel settore iniziò subito a contraddistinguersi, forte della capacità comunicativa e consulenziale di Daniela e del primo socio. Dai 46 metri quadri di superficie del primo negozio, oggi la Open serramenti è arrivata a estendersi su quasi 400 metri quadrati e un magazzino per la logistica ben organizzato; nelle sue sale espositive è possibile toccare con mano centinaia di soluzioni, ricevere consulenza a ogni livello: da quella conoscitiva che precede l’ipotesi di acquisto, alla scelta del prodotto specifico, alla sua progettazione tecnica, la consulenza finanziaria fondamentale specialmente oggi alla luce dei nuovi incentivi governativi “eco” e “superbonus”, fino alla fase finale, quella più delicata, ovvero l’installazione. «La qualità delle procedure, i protocolli di sicurezza e controllo nella fase dell’installazione, sono importanti tanto quanto la qualità del prodotto e anzi possono pregiudicarne l’efficacia e la tenuta nel tempo. Perciò abbiamo scelto di intraprendere il percorso della posa in opera certificata con un ente terzo con cui annualmente condividiamo la redazione di linee guida e protocolli da seguire, la cui implementazione viene verificata annualmente dall’ente direttamente in cantiere. In questo modo il cliente ha come garanzia sia la nostra, sia quella dell’ente terzo» spiega Daniela Zanellato.

A distanza di sei anni dall’avvio dell’azienda il primissimo socio di Daniela è venuto a mancare, «mi sono trovata sola a gestire questa macchina lanciata a folle corsa. Fortunatamente ho sempre avuto collaboratori fantastici, ho considerato questa azienda come il mio terzo figlio e per sette anni sono andata avanti da sola» prosegue la titolare. Innovare un’azienda commerciale, significa anche capirne i tempi e le maturazioni: «A un certo punto ho capito che per far compiere all’azienda quell’ulteriore passo era necessario condividerne la guida con il mio attuale socio, Ernesto Pozzobon, che si è assunto la responsabilità della parte cantieristica e tecnica» racconta Zanellato.

La Open serramenti ha tessuto una lunga e prolifica storia aziendale, tanto da essere diventata uno dei rivenditori storici per molti dei fornitori di qualità e affidabili, che ha mantenuto fin dall’inizio.

Se negli anni Novanta fare questo mestiere significava limitarsi a scegliere articolo o colore, oggi l’attività è molto più complessa necessariamente concentrata anche sulle competenze tecniche, sia quelle fiscali sia quelle progettuali. «Quando un cliente esce dal nostro showroom voglio che abbia con sé un patrimonio nuovo di conoscenze scientifiche, non importa se poi acquisterà da qualcun altro. Mi interessa fornire conoscenze, strumenti per poter fare un acquisto consapevole» prosegue Daniela Zanellato. La cura del cliente inizia dal primo ingresso fino a tre anni dopo la vendita, al cui scadere viene programmato un “primo tagliando gratuito”, ovvero un sopralluogo di verifica dello stato di conservazione dei serramenti, delle regolazioni, delle finiture, un controllo generale, fornendo laddove necessario anche qualche consiglio per la manutenzione. Un passaggio utile a verificare le prestazioni del prodotto. «Si instaura così un rapporto di fiducia con il cliente, proprio questo aspetto di empatia è quello che credo più abbia caratterizzato il mio percorso personale di lavoro. Penso che questo sia il valore aggiunto dell’essere una donna imprenditrice» conclude Daniela Zanellato.

Read more

Alla Open serramenti, pronti a gestire la cessione del credito

Daniela Zanellato titolare dell’azienda trevigiana: «Per la Fase 3 ci siamo specializzati nella gestione delle pratiche fiscali per sfruttare al meglio gli incentivi statali»

I nuovi incentivi statali sono la sfida per le aziende nella gestione del credito. Alla Open Serramenti di Istrana (Treviso) «siamo pronti a partire e fornire garanzie nella gestione della pratica alla luce dei nuovi strumenti governativi» conferma Daniela Zanellato, fondatrice nel 1994 dell’azienda trevigiana. «Occorre affrontare la complessa triangolazione che si instaura quando si decide di percorrere la via della cessione del credito, affinché avvenga in modo sicuro e affidabile. Affinché accada, il meccanismo deve essere collaudato attraverso accordi con società terze solide che acquisiscano il credito» prosegue l’imprenditrice che in oltre venticinque anni ha rivoluzionato il settore della fornitura di serramenti, trasformandola da attività di pura vendita ad attività di consulenza e servizi.

Partiti nel 1994 con un punto vendita di 46 metri quadrati, oggi la Open Serramenti è uno showroom, con dipartimento vendite e ufficio tecnico di quasi 400 metri quadrati. Quello dei serramenti e dell’edilizia è un settore che oggi vive la grande sfida degli ecoincentivi statali previsti dal Decreto Rilancio: «La vera novità è che anche per l’Ecobonus (la restituzione del 50% in caso di importanti ristrutturazioni) si prevede la modalità straordinaria della cessione del credito d’imposta, uniformandolo al Superbonus. Perciò la consulenza fiscale nel capire a quale strumento si possa accedere, in che modo e con quali garanzie, in questa fase è non meno importante della consulenza tecnica e del servizio post vendita, almeno quanto la certificazione della posa in opera, fondamentale tanto quanto la qualità del prodotto» conclude Zanellato.

https://www.ansa.it/pressrelease/veneto/2020/07/20/alla-open-serramenti-pronti-a-gestire-la-cessione-del-credito_2115ab70-b277-44f2-898a-7c9567cce868.html

Read more

Qual è la porta ideale per rendere un appartamento più luminoso e moderno.

Un piccolo trucco che può fare la differenza

L’importanza della porta è, ancora oggi, troppo spesso sottovalutata.
Si tende a pensare che si tratti di un elemento comune, presente in ogni appartamento, che non ha bisogno di particolari attenzioni.
Al contrario, le nuove tendenze in fatto di design, evidenziano il centrale ruolo del serramento, ormai diventato vero e proprio elemento d’arredo, capace di conferire carattere agli ambienti.
In particolare, attraverso scelte ponderate, è possibile trasformare lo spazio interno, rendendolo più luminoso e moderno.
La zona espositiva della Open Serramenti, in Via delle Alpi n. 30, a Istrana (TV), tel. 0422/832284, consente ai clienti di visionare tutti i prodotti dell’azienda, così da permettere loro di valutare la qualità dei materiali e le finiture dei serramenti, per scegliere la porta ideale da installare nel proprio appartamento.

La valorizzazione degli spazi

Sono i professionisti dell’arredamento a suggerire al privato di dedicare una maggiore attenzione alla scelta dei serramenti.
La porta è un elemento imprescindibile per ogni appartamento e, proprio per questo, è necessario puntare tutto sull’originalità.
Inoltre, è bene sottolineare che una porta può rivelarsi utile in tantissimi modi, aggiungendo enormi vantaggi al comfort abitativo.
Un appartamento poco luminoso, ad esempio, può essere ravvivato con l’inserimento di funzionali porte a vetri, serramenti apprezzati sotto diversi punti di vista.
Le superfici trasparenti impreziosiscono gli ambienti, diventando elementi di design invidiabili e, allo stesso tempo, è proprio questa trasparenza a permettere alla luce di invadere l’appartamento, illuminando anche zone della casa prive di affaccio sull’esterno.
Chi garantisce più luce all’ambiente, con l’installazione di una porta a vetri, si assicura, allo stesso tempo, un invidiabile tocco di modernità per il proprio appartamento.
Serramenti del genere definiscono, immediatamente, l’identità della casa, che assume quel tocco moderno e prezioso capace di creare un impatto visivo piacevole e d’effetto.

La porta come strumento intelligente

Accade spesso, soprattutto in appartamento, che il proprietario si avveda dell’esistenza di uno spazio poco luminoso e sia, per questo, alla ricerca di una soluzione al problema.
L’installazione di una porta a vetri può, da sola, rivelarsi un rimedio sorprendente, capace di modificare, in pochi minuti, l’immagine della stanza.
In questo modo, la luce che normalmente filtra dalle finestre dell’appartamento non incontrerà nessun ostacolo, attraversando il serramento in vetro, fino ad inondare e, dunque, illuminare, lo spazio.
Sebbene la porta a vetri sia da considerarsi la scelta ideale, per le ragioni sopra elencate, questo non deve generare nel privato la sensazione di dover necessariamente optare per un serramento che potrebbe essere lontano dalla propria idea di design.
Le case produttrici offrono una vasta gamma di proposte, che comprendono un numero decisamente ampio di modelli e tipologie di porte, create per assicurare ai potenziali acquirenti un prodotto conforme alle aspettative.
La porta a vetri, però, non ha solo l’importante compito di illuminare gli ambienti.
Il materiale in questione, infatti, è considerato un elemento di grande rilievo, capace di trasformare l’ambiente da anonimo a moderno.
Secondo gli esperti di Open Serramenti, il risultato estetico, così come l’interessante gioco di luci, renderanno la porta a vetri il prodotto ideale sotto molto aspetti, una scelta perfetta, che porterà grandi soddisfazioni.

Read more

Quali sono i materiali più utilizzati per gli infissi, quali quelli più venduti?

Analizziamo le tendenze di mercato

L’industria degli infissi appartiene a quei settori di mercato in continua crescita.
Nel corso degli anni, i prodotti realizzati subiscono modifiche e perfezionamenti, volti a garantire al cliente un risultato finale conforme a quanto richiesto.
I materiali più utilizzati sono, senza dubbio legno, alluminio e PVC, considerati i tre elementi che meglio si prestano alla realizzazione degli infissi, per qualità e funzionalità.
Per comprendere appieno le ragioni alla base di tale scelta, è bene conoscere le caratteristiche tipiche dei materiali in questione, così da scoprire quali sono i vantaggi derivanti dalla loro installazione.
La Open Serramenti, in Via delle Alpi n. 30, a Istrana (TV), offre una vasta gamma di soluzioni, che uniscono, in un solo prodotto, comfort abitativo e gusto estetico.

Legno

Il legno è, senza dubbio, l’elemento da sempre usato per la creazione degli infissi.
La grande diffusione si deve, sostanzialmente, al fatto che, in passato, era l’unico, tra i materiali utilizzati, a garantire elevati standard, in termini di resa estetica e di prestazioni.
Gli infissi in legno vengono venduti regolarmente, in ragione delle grandi proprietà di isolamento naturale che è possibile riscontrare nell’elemento, capace di assicurare alla casa una barriera che mantiene la temperatura costante e, allo stesso tempo, scherma buona parte dei suoni e dei rumori provenienti dall’esterno.
Il comfort abitativo si unisce all’efficienza energetica, innalzando il valore di mercato del legno, sicuramente più prezioso di altri componenti.
A rendere speciale gli infissi anche una indiscutibile ed innata eleganza nelle forme, che rende il legno uno tra i materiali più adatti per le dimore classiche, per eleganti ville o per le case di montagna.
La necessità di una continua manutenzione viene, oggi, superata dall’impiego di apposite vernici all’acqua, che proteggono gli infissi e ne garantiscono una lunga vita.

PVC

Tra i materiali di ultima generazione, il PVC è largamente utilizzato per l’ottimo rapporto qualità prezzo, che ne ha determinato, col tempo, il grande successo.
Gli infissi in PVC presentano ottime proprietà isolanti sia dal punto di vista termico che acustico ed è per questo che vengono, solitamente, venduti come alternativa al legno.
I serramenti in questione non necessitano di costante manutenzione e sono semplicissimi da pulire.
Solitamente, gli infissi in PVC vengono consigliati per case alle quali sono richieste ottime prestazioni termiche e acustiche.

Alluminio

In materia di edifici commerciali, gli infissi in alluminio sono, senza dubbio, i più venduti.
Questo perché il materiale si presta benissimo alla creazione di grandi strutture a vetrate, che resistono benissimo alle sollecitazioni esterne, come dimostrato nel corso degli anni.
La tenuta strutturale ha reso l’alluminio uno dei componenti più utilizzati a livello industriale, anche in ragione della scarsa manutenzione di cui necessitano gli infissi di questo tipo.
Da quando sul mercato sono presenti serramenti in alluminio a taglio termico con buone prestazioni termiche e colorazioni moderne e gradevoli questo materiale viene richiesto anche nelle abitazioni private con grande soddisfazione del cliente finale.

Nuove soluzioni

Dall’esame dei materiali si evince che nessuno di questi può dirsi immune alle critiche.
Ogni elemento ha, infatti, carenze che impongono a chi acquista di rinunciare ad una caratteristica che avrebbe, sicuramente, fatto comodo.
Tale riflessione ha portato le industrie di settore a creare alcune versioni ibride, capaci di combinare, in un solo serramento, due diversi materiali.
Nascono, così, gli infissi in alluminio a taglio termico, che, prevedono l’inserimento del legno all’interno della struttura in metallo, così da coniugare l’elegante estetica interna del legno con la totale assenza di manutenzione all’esterno della casa.
Per saperne di più chiama il numero 0422/832284 e confrontati con i professionisti di Open Serramenti.

Read more

Quali sono le porte più indicate per un appartamento in stile classico contemporaneo?

Come scegliere la soluzione migliore

Lo stile classico contemporaneo è, senza dubbio, una delle scelte più gettonate in materia di design da appartamento.
Le porte sono, sicuramente, uno degli elementi di maggior rilievo all’interno dell’abitazione, poiché capaci di attirare l’attenzione e dare risalto all’insieme degli oggetti scelti per arredare l’appartamento.
Da Open Serramenti, in Via delle Alpi n. 30, a Istrana (TV), il cliente può scegliere i serramenti che più si adattano allo stile classico contemporaneo della propria dimora, affiancato da un team di esperti, che seguirà il processo di vendita ed installazione nei minimi dettagli.

Qualche informazione stilistica

Per inquadrare meglio lo stile classico contemporaneo è bene analizzare quali sono gli elementi che caratterizzano questa intramontabile corrente di design.
In primis, occorre segnalare la centralità rivestita dall’attenzione ai materiali, che vengono considerati vero e proprio tratto distintivo dell’arredo.
Per i rivestimenti si predilige l’impiego di cemento, resina e gres porcellanato, mentre i ripiani di mobili e complementi d’arredo sono caratterizzati dalla predominanza di superfici lucide ed opache, spesso contaminate dall’acciaio, soprattutto nella zona cucina.
Non mancano i materiali innovativi di ultima generazione, che danno all’appartamento classico contemporaneo quel tocco di attualità che fa la differenza.
Con riferimento alle tonalità, al di là del bianco e del nero, considerati un evergreen, lo stile classico contemporaneo non ha regole ferree ed è per questo che all’interno di un appartamento di questo tipo è facile riscontrare anche un uso del colore particolarmente audace.
In un contesto del genere, scegliere la giusta porta, da abbinare al design dell’ambiente è una questione di primaria importanza.
A tal proposito, mantenere un perfetto abbinamento con i pavimenti, le pareti e l’arredo si rivela, sicuramente, una mossa vincente, capace di valorizzare ancora di più lo stile classico contemporaneo scelto per l’appartamento.

Nel dettaglio

Dove possibile, gli esperti di design consigliano di scegliere le porte ancor prima di cominciare ad arredare la propria casa.
Questo, però, non significa acquistare i serramenti alla cieca, poiché è sempre utile avere almeno un’idea di quello che sarà lo stile finale.
È innegabile che alcuni modelli di porte siano, in un certo senso, più indicati di altri, per rafforzare il carattere classico contemporaneo dell’appartamento.
La vasta gamma di proposte presenti sul mercato può certamente creare confusione ed è per questo che alcuni semplici accorgimenti si riveleranno preziosi per individuare le porte che meglio si inseriscono nel contesto abitativo desiderato.
A tal proposito, si segnala che lo stile classico contemporaneo utilizza la tipologia delle porte per distinguere la zona notte dalla zona giorno.
La prima sarà caratterizzata da modelli più tradizionali, mentre nella seconda sarà possibile osare maggiormente, senza distaccarsi troppo da quello che è il filo conduttore imposto dalla scelta dell’arredamento.
Presso gli spazi espositivi della Open Serramenti il cliente può trovare porte scorrevoli o a battente, lisce, in vetro o dai motivi lineari, tutte pensate per adattarsi al meglio allo stile classico contemporaneo dell’appartamento.
Per ricevere assistenza scrivi all’indirizzo mail info@openserramenti.com o chiama il numero 0422/832284.

Read more

Qual è la più grande paura per chi cambia infissi? Perdere la luce?

L’importanza della luminosità dei serramenti

Cambiare gli infissi è una decisione da prendere con le dovute ed opportune cautele, ponderando al massimo ogni passaggio della nuova installazione.
La capacità dei serramenti di permettere alla luce di inondare gli ambienti è una componente essenziale nella gestione del procedimento, che non può prescindere da un dato di questo tipo.
I nuovi infissi, infatti, dovranno essere all’altezza di quelli da sostituire, nel senso che dovranno garantire alla casa lo stesso apporto luminoso dei precedenti, così da scongiurare la paura di perdere la luce.
Lo staff della Open Serramenti, di Via delle Alpi n. 30, a Istrana (TV), assiste i propri clienti nelle operazioni di cambio infissi, non solo attraverso il lavoro manuale di montaggio, ma anche nella preliminare fase di scelta della tipologia più adatta alle esigenze del privato.
Assicurare all’abitazione un corposo afflusso di luce non è solo un dettaglio puramente estetico, ma contribuisce, in modo concreto, a migliorare il comfort domestico e la quotidianità di chi vive la casa.

I suggerimenti degli esperti

Perdere la luce in casa, a seguito della sostituzione degli infissi, è un timore reale e giustificato, poiché solo con i dovuti accorgimenti sarà possibile scongiurare il pericolo e decretare il successo dell’intera operazione.
Dotare gli spazi di ampie vetrate è, senza dubbio, la mossa più saggia, in materia di luce, perché permette di moltiplicare, anche in maniera esponenziale, le fonti luminose, distribuendo il chiarore su tutta la superficie dell’immobile.
Per ottenere un risultato all’altezza delle aspettative, la fase di progettazione va affrontata con la massima accortezza, perché è in questo frangente che il professionista pone le basi per una modifica degli infissi che non comporti perdita di luce.
Una prima indicazione utile, per riuscire nell’impresa, è quella di inserire, il più possibile, il telaio del serramento all’interno della muratura, sfruttando al massimo ogni centimetro a disposizione.
In questo modo, tutta la luce che normalmente attraversa il foro architettonico, riuscirà a passare indisturbata, così da riversarsi all’interno delle mura domestiche.
A tale metodologia di installazione, inoltre, il privato può aggiungere la scelta di appositi vetri per gli infissi.
I vetri extralight, specificamente trattati per rimuovere il 90% dell’ossido di ferro e, di conseguenza, la colorazione verdastra e scura assicurano il massimo della trasparenza e luminosità dei serramenti, così da permettere l’ingresso di un 5-6% in più di luce in casa.

Come sfruttare al meglio la luce

Anche il design dell’immobile può aiutare il privato a superare il timore di perdere la luce.
In caso di serramenti dalle dimensioni ridotte, ad esempio, giocare su colori e tonalità può rivelarsi la soluzione ideale.
Pareti e infissi bianchi, infatti, contribuiscono ad aumentare la luminosità degli ambienti, regalando una piacevole sensazione di luce naturale, che inonda la casa in diverse ore del giorno.
In aggiunta, chi cambia gli infissi deve prestare attenzione ai tendaggi, la cui influenza sul passaggio di luce non è da sottovalutare.
Scegliere tessuti pesanti e scuri, infatti, potrebbe penalizzare la luminosità della stanza ed è per questo che gli esperti suggeriscono di optare per tende leggere, dai colori tenui.
Un ulteriore tocco potrebbe essere quello di aggiungere degli specchi, che avranno la duplice funzione di ingrandire gli spazi e riflettere la luce esterna, così da illuminare tutta la stanza.
Se desideri informazioni più dettagliate sull’argomento, contatta la Open Serramenti al numero 0422/832284.

Read more

Come scegliere il colore degli infissi?

Tutti i preziosi consigli in materia

Le operazioni di ristrutturazione sono, senza dubbio, uno dei periodi più stressanti della vita.
Le decisioni da prendere sono davvero tante e le proposte di mercato, così variegate e differenti, potrebbero mettere in crisi anche la persona più esperta.
Gli infissi sono considerati uno degli elementi centrali dell’intero progetto, poiché si tratta di una scelta con cui si dovrà convivere per molti anni e perché devono coniugare le esigenze estetiche con le prestazioni tecniche richieste dal progetto.
Bisogna tener bene a mente che si è di fronte ad un vero e proprio oggetto di design, il cui colore è in grado di abbellire la facciata esterna dell’edificio e, allo stesso tempo, dare carattere agli ambienti interni.
Se disponete di ambienti ristretti o volete ottimizzare la luce all’interno delle stanze scegliete serramenti che, sul lato interno siano bianchi o molto chiari. Se vorrete optare per il legno orientatevi su colorazioni naturali o sbiancate stando sempre attenti all’abbinamento di queste tonalità con pavimenti e arredi.
A tal proposito, Open Serramenti, in Via delle Alpi n. 30, a Istrana (TV), mette a disposizione del cliente un personale qualificato e disponibile, che aiuterà il privato a scegliere il colore giusto per i propri infissi.

Occhio allo stile della casa

Come anticipato, scegliere il colore degli infissi è un compito che non può e non deve esser preso alla leggera.
Si tratta di un importante biglietto da visita, che denota lo stato della casa e conferisce carattere a facciate, altrimenti, anonime e spoglie.
Perché il risultato finale sia conforme alle aspettative, è fondamentale che il proprietario abbia ben in mente quale stile ha intenzione di abbracciare per l’intero immobile, perché solo in questo modo il colore degli infissi potrà essere individuato con precisione.
Il legno, ad esempio, con le sue tonalità calde ed avvolgenti, è particolarmente adatto alle costruzioni dallo stile classico, che impongono una finitura sobria ed un colore che rispecchi l’eleganza generale.
Se si predilige un ambiente rustico di campagna, il legno può essere trattato in modo da esaltarne il colore originale, senza intervenire troppo sulla materia prima, che resterà nella sua colorazione naturale.
Le tendenze moderne, lo stile industriale e minimale hanno, invece, una visione del colore decisamente diversa. Sono molto utilizzate, infatti, le tonalità scure, compreso il nero, considerato, per la realizzazione degli infissi, un colore di grande impatto visivo e di design.
Nonostante questo, i neutri ed il bianco vanno ancora per la maggiore, grazie alla capacità degli stessi di catturare e riflettere la luce, che regala una piacevole sensazione di ampiezza.
Ricorda che, qualunque sia la scelta, è importante che il colore degli infissi si adatti alla perfezione agli altri elementi architettonici e d’arredo presenti in casa.

Alcuni accorgimenti

Per scegliere al meglio il colore degli infissi, i professionisti della materia consigliano di seguire alcuni piccoli accorgimenti, che aiutano il privato ad intraprendere la strada nella giusta direzione, evitando, così, di pentirsi della decisione presa.
Se si ha a che fare con spazi dalla metratura limitata, è bene favorire la luminosità degli interni, cercando di evitare i toni scuri, che danno la sensazione di una dimensione ancora più ridotta.
Al contrario, se si ha a disposizione una superficie ampia, è possibile osare con un colore più deciso e cupo, a patto che questo non coincida con la tonalità delle pareti, perché questo rischierebbe di appesantire il tutto.
Inoltre, lasciare che il colore abbia una continuità in tutta la casa assicura un effetto omogeneo e, sicuramente, piacevole.
Una decisione consapevole è volta a scongiurare l’esigenza di affrontare una nuova spesa, necessaria per modificare i toni scelti in precedenza.
Per assistenza sulla scelta del colore perfetto per i tuoi infissi, rivolgiti alla Open Serramenti.
Ti basterà chiamare il numero 0422/832284 o scrivere all’indirizzo mail info@openserramenti.com.

Read more
finstral finestre pvc

Quali infissi scegliere: PVC o Alluminio?

Una decisione da ponderare

Scegliere quali infissi installare nella propria abitazione è sempre un compito arduo, soprattutto in considerazione della grande varietà di tipologie e modelli presenti oggi sul mercato.
Una delle decisioni più combattute riguarda proprio il materiale da utilizzare per la realizzazione dei serramenti e, per questo dobbiamo conoscere bene le caratteristiche di due materiali molto resistenti e performanti: il PVC e l’alluminio.
È bene precisare che nessun materiale può dirsi migliore di altri, poiché entrambe le opzioni hanno caratteristiche proprie ed è per questo che risulta importante conoscere nel dettaglio la funzionalità di ciascuna, al fine di poter scegliere il prodotto che più si adatta alle proprie esigenze.
Visitando l’esposizione di Open Serramenti, in Via delle Alpi n. 30, a Istrana (TV), è possibile toccare con mano la qualità degli infissi in PVC o in alluminio, così da avere una maggiore consapevolezza, sotto la guida esperta dello staff di professionisti che ogni giorno è presente in loco.

PVC

Gli infissi in PVC sono presenti sul mercato italiano da più di 50 anni (Finstral, la marca forse più conosciuta e richiesta in Italia è nata ufficialmente nel 1969 come produttore di finestre in PVC in un paesino dell’Altipiano del Renon, sopra Bolzano).
Nonostante siano nati per ultimi nel mondo dei serramenti gli infissi in PVC hanno, sin da subito, riscosso un enorme successo, in ragione del vantaggioso rapporto qualità prezzo che li ha sempre contraddistinti.
Con una produzione industrializzata, l’impiego di un materiale meno costoso del prezioso legno e un’estetica che si è fatta via via più gradevole e moderna i serramenti in PVC si sono emancipati dal concetto di serramento “povero” e hanno proposto le loro peculiarità più importanti come:
-l’isolamento termico che ad oggi risulta superiore a quello del legno
-l’isolamento acustico raggiunto con le diverse camere create all’interno dei profili stessi e dal potere fonoassorbente di questo materiale
-la durabilità nel tempo senza bisogno di manutenzioni
-la possibilità di superfici goffrate o satinate sempre più gradevoli e moderne
-una tecnica all’avanguardia nella ferramenta antieffrazione.
A tutto questo negli ultimi anni si deve la larga diffusione di questo materiale che nulla ha da invidiare ad altri..
Ecco perché va sfatata la falsa credenza che il grande successo del PVC sia da ascrivere al solo fattore economico; l’analisi dei fatti dimostra una realtà del tutto diversa.
Il caldo, così come il freddo, non riusciranno a penetrare gli infissi in PVC, ottimi alleati dell’efficienza energetica della casa e del comfort abitativo.
Da ultimo, è bene segnalare la grande facilità con cui si procede alla pulizia periodica degli infissi in PVC che, data la composizione, restano inalterati anche se non curati spesso.

Alluminio

Per analizzare le qualità degli infissi in alluminio occorre una preliminare precisazione.
Esistono sul mercato due tipologie di serramenti in alluminio: quelli a taglio freddo e quelli a taglio termico.
I primi sono composti totalmente di alluminio, materiale noto per essere un ottimo conduttore.
Questo fa sì che il freddo esterno venga trasmesso all’interno, dove la temperatura è decisamente più alta.
Lo sbalzo termico, la creazione di condensa e l’enorme consumo energetico connesso rendono questo tipo di installazione oramai superata, sostituita dagli infissi in alluminio a taglio termico.
Il nuovo prodotto, ovviamente più pesante e costoso, prevede l’inserimento, all’interno del profilo in alluminio, di uno spesso strato di materiale isolante, incaricato di interrompere questo passaggio di temperatura.
Gli infissi in alluminio hanno un’ottima resistenza, che garantisce al serramento una lunga durata, assicurando al proprietario minimi sforzi in termini di manutenzione. Inoltre permettono di scegliere tra centinaia di colorazioni diverse che possono anche essere diverse tra l’interno e l’esterno della finestra.
I serramenti in alluminio proposti da OPEN SERRAMENTI hanno un taglio termico unico e impareggiabile che li rende ottimi alleati per l’isolamento termico e acustico.
Come anticipato, la scelta degli infissi da utilizzare è un’operazione tutt’altro che semplice ed è per questo che i professionisti di Open Serramenti (tel. 0422/832284) consigliano ai propri clienti di affidarsi agli esperti, per capire quale, tra PVC ed alluminio, sia la scelta migliore.

Read more

Le migliori porte per interni: cosa ne pensi delle porte con decori e disegni?


Ultime tendenze in materia

Il settore dell’arredamento e del design ha, ormai, inglobato, a tutti gli effetti, anche il mondo dei serramenti, considerati, oggi, un vero e proprio strumento di abbellimento degli ambienti.
I colori proposti per l’arredamento nel 2020 sono il classic blue (colore Pantone dell’anno) mentre ritornano anche le tonalità del verde e dell’azzurro abbinate a pareti e porte interne bianche o dalle tonalità molto chiare.
Le industrie specializzate, captando le nuove tendenze, hanno iniziato ad ampliare la propria gamma di prodotti, inserendo porte per interni caratterizzate dalla presenza di finiture declinati in una infinità di versioni, al fine di incontrare il favore di un vasto pubblico.
Per dare carattere agli interni di abitazioni e locali, da Open Serramenti, in Via delle Alpi n. 30, a Istrana (TV), il privato ha la possibilità di scegliere il modello di porte che preferisce, sotto la supervisione di un personale competente e disponibile, pronto a fornire chiarimenti di ogni genere.

Un tocco di originalità

Le operazioni di ristrutturazione sono sempre un passaggio assai difficile per i proprietari di casa, che sono alla continua ricerca di elementi caratterizzanti, che possano conferire all’ambiente quel tocco di originalità tanto sognato.
Le porte da interni, per troppo tempo sottovalutate, sono oggi uno dei principali strumenti utilizzati dagli arredatori per aumentare il valore dell’ambiente in termini estetici, scegliendo disegni e materiali sempre più elaborati.
In questo modo, il serramento diventerà il fulcro della stanza, un elemento di design in grado di catturare l’attenzione come mai prima.
Che si tratti di decori geometrici o veri e propri disegni personalizzati, scegliere porte da interni così elaborate significa investire nell’immagine dell’abitazione, per renderla unica.
Al contrario, installare i serramenti in questione all’interno di uffici e locali commerciali contribuirà ad innalzare il prestigio dell’immobile, donando a quest’ultimo eleganza e personalità.
È d’obbligo precisare che, insieme al motivo specifico, riportato sui lati, anche il materiale che compone le porte per interni ha la sua importanza, tanto da determinare la resa finale dell’intero prodotto.
Anche una superficie occupata, totalmente o parzialmente dal vetro, può ospitare disegni e decori in rilievo che, mischiandosi alle trasparenze, faranno delle porte per interni una vera e propria opera d’arte, assolutamente unica.

L’importanza dell’armonia

Il privato che desidera abbellire la propria casa con delle porte per interni decorate deve, necessariamente, effettuare delle preliminari valutazioni, volte a verificare la perfetta corrispondenza del serramento con gli altri elementi presenti all’interno della stanza.
Il motivo che spinge gli esperti a formulare tale consiglio è riscontrabile nell’esigenza di creare un contesto armonico, che permetta ai disegni, ai decori e ai materiali delle porte interne di fondersi completamente con l’ambiente circostante, al fine di ottenere un’estetica piacevole e mai eccessiva.
A tal proposito è sempre utile avere già un’idea ben precisa del mobilio e dei complementi d’arredo da inserire nella stanza, in modo da avere una visione d’insieme e, solo a quel punto, avere la possibilità di valutare il futuro aspetto degli ambienti, una volta installate le porte interne.
Bilanciare il tutto è, dunque, un’operazione doverosa, che spesso richiede l’intervento di un professionista del settore, in possesso delle competenze tecniche necessarie a raggiungere un risultato finale degno delle aspettative, capace di creare un filo conduttore che leghi i decori ed i disegni delle porte per interni con il resto degli elementi presenti.
Per saperne di più su questo particolare tipo di serramenti, rivolgiti agli esperti della Open Serramenti.
Ti basterà scrivere una mail all’indirizzo info@openserramenti.com o chiamare il numero 0422/832284.

Read more